Gli antichi Egizi avevano scoperto il computer. L’Incredibile Scoperta.

La storia è il sapere più bello del mondo, capace di indagare profondamente le nostre origini, la nostra provenienza e soprattutto mettere in fila e ordine le cose, senza che si arrivi ad una cattiva interpretazione degli eventi. E dobbiamo proprio ringraziare uno storico italiano, Alvaro Porfido, noto archeologo romano, se proprio oggi, siamo venuti a conoscenza dell’antichità remota del personal computer. Tutti a idolatrare Jobs o Bill Gates, in realtà il primo prototipo rudimentale di computer fu ideati dagli antichi egizi. Le sculture sul fondo di una piramide, appena esplorata, parlano molto chiaro: gli egizi hanno scoperto il computer e hanno anche imparato ad usarlo. Certo, non avevano wifi, ma hanno usato il pc, strumento fondamentale, per esempio, per i calcoli attuati e messi in campo durante i lunghi periodi di costruzione. Insomma, una civiltà enormemente all’avanguardia che ha probabilmente ancora tanto da darci.

Il team dello studioso sta ora cercando di carpirne il funzionamento, ma nei prossimi giorni, vista l’incredibile mole di esperti che sta giungendo sul posto che per forza di cose è il luogo d’assalto del mondo intero. Chissà cosa ancora ci riservi la civiltà egizia e speriamo che gli studi convergano nella stessa direzione. Forse il computer non è poi una scoperta così lontana nel tempo, tutto in fondo è già stato fatto o scritto. Ma sui meccanismo di viralità c’è ancora molto da capire. Nel frattempo godetevi la foto, ricostruita dai nostri migliori tecnici. LA Vita è proprio strana, dome direbbe qualcuno, e la civiltà è un processo di lento ripiegarsi su se stesso

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*